Jobbe

Lakecomorestarts: Lecco e Como insieme per ripartire

LAGO TURISMO VIDEO LAGO TURISMO VIDEO

Presentato il video promozionale. Le istituzioni: “Ripartiamo insieme”

Gli scorci sul lago e i panorami dalle cime che lo circondano, le ville storiche e i suggestivi borghi, sport, cultura, tradizioni culinarie e tanta bellezza: ci sono tutti gli ingredienti per ridare forza al turismo sul Lario anche dopo il disastro economico causato dall’emergenza virus. Quindi, ripartiamo. E’ il messaggio contenuto nel video realizzato dalla Camera di Commercio Como-Lecco insieme ai Comuni e alcune delle associazioni che operano sulle due province. Un flash mob che vuole promuovere tutto il territorio lariano, girato nelle scorse settimane coinvolgendo oltre mille comparse.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Ci sono i centri storici di Como e di Lecco, le località più suggestive di entrambe le sponde lariane, da Bellagio a Tremezzo, da Menaggio a Lezzeno, da Colico a Bellano passando per Dervio, Mandello e la Moto Guzzi, Magreglio e il museo del Ghisallo, Camaggiore di Vendrogno, la Valsassina con Barzio, tante meraviglie immortalate nelle immagini accompagnate dal suono de violino di Davide Alogna e di altri musicisti.

“E’ una grande emozione, è il cuore del nostro territorio – ha sottolineato Andrea Camesasca, vicepresidente dell’associazione albergatori di Confcommercio Como aprendo la presentazione del video promozionale alla Unicredit Tower Hall di Milano – auspichiamo che la stagione turistica possa ricominciare al meglio, che i valori imparati in questo lockdown possano migliorarci. Vorremmo che ‘contagio’ possa avere oggi un altro significato, vogliamo contagiare i turisti con le bellezze della Lombardia. Non vorrei più vedere file davanti ai supermercati, ma agli imbarchi dei battelli, davanti agli alberghi”.

Il video è frutto del lavoro sinergico dei territori di Como e Lecco “dalla voglia di mettersi insieme, di unire le forze – è intervenuto Alessandro Fermi, comasco presidente del Consiglio di Regione Lombardia – un marchio unico, un’unica promozione dove ognuno fa la propria parte”. “Solo sei mesi fa – ha proseguito Fermi – ci eravamo riuniti per capire come gestire la grande onda di turisti prevista, in poco tempo è cambiato tutto ma ciò che non è mutato è la voglia di fare squadra”.

Un impegno che è stato un imperativo per la nuova Camera di Commercio che ha riunito Como e Lecco sotto un unico ente camerale: “Fin da subito – ha confermato il presidente Marco Galimberti – abbiamo lavorato insieme sul turismo con la costituzione di una cabina di regia. Il risultato lo si sta raggiungendo perché tutti ci hanno creduto, a partire dai comuni capoluogo, tutti remando dalla stessa parte. Il lago, le montagne lecchesi e comasche, la verde Brianza: abbiamo tutto per realizzare un’offerta turistica unica nel suo genere”.

Una bellezza “che guarisce e genera speranza – ha commentato Mauro Piazza, lecchese e consigliere regionale – il Lago di Como è un sistema turistico complesso e completo e il ramo lecchese, dove la tradizione turistica è meno sviluppata, ha grandi opportunità di crescita. Il lavoro è una delle nostre tradizioni e questo ci fa ben sperare sulla ripartenza e sul consolidamento di un percorso che stava dando ottimi risultati e che ha tutte le caratteristiche per poter continuare sulla giusta strada”.

In sala, è stato ringraziato, era presente anche Fabio Dadati, presidente del polo fieristico di LarioFiere di Erba. Da Varenna, di fronte a Villa Monastero, è intervenuta Irene Alfaroli, assessore di Bellano e consigliere della Provincia di Lecco con delega al Turismo.

“Il nostro lago – ha spiegato Alfaroli – è un paesaggio da vivere tutto l’anno. Possiamo dare al turista la possibilità di vacanze sia estive che invernali, è una palestra per il turismo attivo, siamo vicini agli aeroporti e serviti dalla rete ferroviaria. Il ramo lecchese ha una vocazione turistica giovane ma sta riconvertendo la sua tradizione industriale in chiave culturale, nei musei del sistema museale lecchese. Abbiamo tradizioni, come la Pesa Vegia di Bellano, il motoraduno Guzzi di Mandello, le grandi mostre a Lecco (in ultima quella sul Tintoretto), Alessandro Manzoni e i “Promessi Sposi”, il Sentiero del Viandante che stiamo sempre più valorizzando come brand”.

Con lei lo scrittore Andrea Vitali, testimonial dell’Alto Lario per la campagna promozionale: “Sul lago mi sento sia cittadino che turista, perché ho imparato a guardare ciò che mi circondava prima di capire la fortuna di nascere in questo paesaggio, diventato per me il luogo della vita e dell’anima. Un matrimonio perfetto che nessun don Rodrigo potrà mai contrastare”. Un luogo da scoprire e riscoprire perché “si può essere turisti a km zero e riguastare le suggestioni del nostro territorio”.

Un calendario unico di eventi

La Camera di Commercio Como Lecco sta lavorando ad un unico calendario di iniziative sul territorio. “Il video rappresenta il culmine e il punto di partenza delle iniziative predisposte per superare l’emergenza Coronavirus nel settore turistico – ha sottolineato Giuseppe Rasella, consigliere comasco dell’ente camerale – in stretta collaborazione con l’agenzia del turismo, vogliamo continuare a presidiare i mercati esteri che rappresentano il 75% degli arrivi sul territorio, con il nord America secondo per provenienze”.

L’ente sta quindi predisponendo un calendario coordinato di eventi sulle due province e si prepara a lanciare una nuova offerta al turista con l’associazione Albergatori Como e Lecco: un voucher di notte gratis per un pernottamento di tre notti nelle strutture ricettive che aderiranno all’iniziativa che prenderà il via da ottobre fino alla prossima primavera.

Inoltre è previsto un bando di finanziamento dedicato agli operatori del settore della cultura che occupa 23 mila lavoratori sulle due province.

(si ringrazia il sito www.lecconotizie.com per il contributo dato all’articolo)